Lilli Gruber

Lilli Gruber

Lilli Gruber

Giornalista, scrittrice, conduttrice televisiva

-

Giornalista e scrittrice, Lilli Gruber firma e conduce da sette anni il programma di approfondimento politico Otto e mezzo, in onda in prima serata su La7.

Nel 1987 è la prima donna in Italia a condurre un telegiornale in prime time, Tg2 Studio Aperto. Dal 1990 al 2004 lavora nella redazione del Tg Uno come anchorwoman e inviata all’estero. Racconta i grandi eventi della politica internazionale: dal crollo del muro di Berlino alla guerra del Golfo, dal processo di pace in Medioriente alla dissoluzione dell’Unione Sovietica, dall’Undici settembre alla guerra in Iraq del 2003. Collabora anche con il network statunitense CBS News e con quello tedesco PRO 7, per il quale nel 1996 firma e conduce il settimanale Focus TV.

Nel 2004 si candida come indipendente con la coalizione Uniti nell’Ulivo e viene eletta al Parlamento europeo con un milione e duecentomila voti di preferenza.

Entra a far parte della Commissione per le libertà civili, giustizia e affari interni e della Commissione per gli affari esteri, è nominata presidente della Delegazione per le relazioni con gli Stati del Golfo, membro della Delegazione per le relazioni con l’Iran e vicepresidente dell’Intergruppo stampa, comunicazione e libertà.

Ha all’attivo dieci bestseller: “Quei giorni a Berlino” (1990), “I miei giorni a Baghdad” (2003), “L’altro Islam” (2004), “Chador” (2005), “America anno zero” (2006), “Figlie dell’Islam” (2007), “Streghe” (2008), “Ritorno a Berlino” (2009), Eredità (2012), per venti settimane al primo posto nella classifica dei libri più venduti e giunto alla quattordicesima edizione e “Tempesta” (2014).