Mario Tozzi

Mario Tozzi

Geologo e divulgatore scientifico

Laureato in Scienze Geologiche all’Università degli Studi di Roma “La Sapienza” con 110/110 e lode, ha poi conseguito il dottorato di ricerca in Scienze della Terra. È attualmente primo ricercatore presso l’Istituto di Geologia Ambientale e Geoingegneria del Consiglio Nazionale delle Ricerche e si occupa dell’evoluzione geologica del Mediterraneo centro-orientale.

È responsabile per la divulgazione della Federazione Italiana Scienze della Terra. Dal 2006 al 2011 ha presieduto l’Ente Parco nazionale Arcipelago Toscano, mentre dal 2013 è commissario del Parco regionale dell’Appia antica.

È membro del consiglio scientifico del WWF.

nizia la sua carriera televisiva collaborando ad alcune puntate di Geo&Geo tra il 1996 e il 2004. Nel 1999 è inviato speciale di King-Kong. Dal 2000 ha condotto Gaia – Il pianeta che vive e, dal 2007 al 2008, l’evoluzione del suddetto programma, Terzo pianeta. Ha inoltre condotto per Rai International una serie di 120 documentari di 15′ della serie Che bella l’Italia e 8 documentari di 45′ da alcune grandi città italiane.

A partire dal 26 aprile 2009 conduce, insieme al Trio Medusa, la trasmissione di divulgazione scientifica La gaia scienza su LA7. Sempre su LA7 conduce il 5 giugno 2011 e il 30 dicembre 2011 il programma Allarme Italia, mentre dal 2012 al 2013 degli speciali di Atlantide – Storie di uomini e di mondi.

Ritorna su Rai 1 nell’estate del 2014 con due puntate speciali di Fuori luogo, programma di divulgazione scientifica che ritorna nell’estate del 2015 con una prima stagione da 6 puntate.

In radio ha condotto dal 2011 al 2012 il programma Tellus su Radio 2 che trattava di tematiche ambientali e attualmente collabora con Radio-Radio, quale esperto, rispondendo alle telefonate dei radioascoltatori.

Collabora, con una rubrica fissa sull’ambiente Un pianeta da difendere, con la rivista dei soci Coop Italia, con La Stampa e Vanity Fair. Ha collaborato con National Geographic(dal 2000 al 2011), Newton, Natura, Oasis, UTET e la Treccani.