The Jackal

The Jackal

La The Jackal, oggi, è un collettivo artistico e società di videoproduzione. Chi ne fa parte ha tra i venti e i trent’anni. Da youtube ai commercial per i grandi brand (Huawei, Leerdammer, Ford, Milka, Sony, Banca Intesa, Sky Online, 20th Century Fox), dalla rappresentazione di una Napoli in cartolina (Napoli in 4K, co-prodotta con Fanpage.it) alla cosiddetta trilogia della Frittura, i tre episodi su “Gli effetti di Gomorra – La Serie sulla gente”, in cui, tra gli altri, compaiono anche l’attore Salvatore Esposito e lo scrittore Roberto Saviano. 

I The Jackal hanno cominciato da piccoli. I tre soci fondatori, Francesco Ebbasta (regista e montatore), Ruzzo Simone (attore e CEO della società) e Alfredo Felco (post-produzione), si sono conosciuti a scuola. Ruzzo Simone e Ciro Priello (attore e casting director) sono amici dall’asilo. Con il tempo (e la costanza, soprattutto) il loro sogno è diventato realtà e a loro si sono aggiunti altri professionisti del videomaking.

Quindi ragazzi, quindi passione, quindi talento. Non c’è il segno indelebile della scuola e delle accademie nei loro lavori; tutti, o quasi, sono autodidatti. Fanno questo da quando erano più piccoli, dalle scuole medie. Ce l’hanno quasi nel sangue, si potrebbe dire. Con il tempo, sono passati da youtube (una piattaforma che hanno utilizzato per avvicinare il grande pubblico) agli altri media. Hanno raggiunto il successo con Lost in Google, la prima web-serie interattiva. Hanno fatto della parodia, della satira sottile, il loro segno distintivo. Ma al di là di questo genere di lavori, hanno girato anche per Save the Children, hanno sviluppato il format “domande ai bambini”; e hanno totalizzato quasi 50 milioni di visualizzazioni sul loro canale youtube (di cui più di 10 solamente con “Gli effetti di Gomorra – La Serie sulla gente”).